THE-CORNER

I migliori ristoranti all’aperto di Roma 


Voglia di vacanza, di serate spensierate passate all’aperto, del ponentino che rinfresca e allieta le giornate afose che caratterizzano questo periodo dell’anno. Dopo un inverno lungo e piovoso Roma finalmente si riapre alla stagione estiva e con lei tutti i locali che offrono ai propri clienti la possibilità di trascorrere serate sotto le stelle accompagnati da buon cibo e buon vino. Di seguito un elenco dei migliori ristoranti all’aperto della Capitale 

Flavio al Velavevodetto Via di Monte Testaccio 97 (Testaccio)

Se si vuole mangiare bene e andare sul sicuro Flavio al Velavevodetto è una certezza. La sua versione Testaccina ( c’è un ristorante anche a Piazza dei Quiriti in Prati) offre  uno spazio all’aperto dove d’estate è possibile mangiare. Cucina romana, quella della tradizione,

I piatti sono tutti lavorati e preparati con prodotti naturali, coltivati in un orto privato, appena fuori la Capitale. Ogni ingrediente vanta origini “semplici” e genuine. E’ presente anche un’importante cantina che vanta oltre 200 etichette, tra cui una selezione di vini naturali in bottiglia. La pasta è rigorosamente fatta in casa, come i dolci, fiore all’occhiello dei due locali. Particolarità: il teatro all’interno del locale dove è possibile organizzare feste e cene.   

Cesare Via del Casaletto 45 (Monteverde)

Il rispetto per la tradizione e per le materie prime sono due delle caratteristiche che  fanno di questo locale una delle migliori trattorie della Capitale. La cucina ovviamente è romana, ma reinterpretata rimanendo fedeli però alla tradizione. Imbattibili le polpette di bollito, quelle di melanzane e gli gnocchi fritti sulla crema di cacio e pepe. Ma non solo piatti di carne, il pesce qui viene lavorato e cucinato con grande maestria ( da provare i tonnarelli cozze e pecorino) Un giardino all’aperto darà sollievo nelle calde serate estive. 

Pierluigi Piazza dei Ricci 144 ( Centro)  

E’ una delle mete preferite delle star, celebre rimane  la vista di Obama ma la lista degli ospiti illustri per questo ristorante nel centro di Roma è lunghissima. Da Pierluigi si mangia pesce in tutte le sue variabili, sempre freschissimo e presentato in maniera creativa ed originale. L’elaborazione è impeccabile, il livello sempre altissimo sia nei piatti che nel servizio.  I crudi sono un fiore all’occhiello. L’atmosfera è magica e i tavoli all’aperto nella piazza pedonale rendono il luogo ancora più esclusivo. 

The Corner  Viale Aventino 121 (Aventino)

E’ un elegante e raffinato hotel che vanta una delle terrazze più belle di Roma. L’Hotel gode della collaborazione di Marco Martini, uno degli chef pluristellati più giovani e promettenti del panorama internazionali. Qui Oriente e Occidente si incontrano dando vita a degli originalissimi menù,. Infatti le proposte sono quelle della tradizione ma l’elaborazione e la tecnica seguono i principi delle cucine orientali. La formula del pranzo consente di provare i piatti a prezzi più accessibili rispetto alla cena. Ma ciò che rende questo luogo unico nel suo genere è il meraviglioso giardino esterno impreziosito da divani di velluto e un gazebo con pavimento in stile liberty dove è possibile mangiare o semplicemente bere un cocktail. 

Giggetto Via del portico d’Ottavia 21 ( Centro) 

I migliori carciofi alla giudia di Roma si mangiano in questo storico locale nel cuore del Ghetto. Carbonara, amatriciana, cacio e pepe ma anche saltimbocca, trippa, abbacchio, insomma dal 1923 Giggetto allieta i suoi clienti affezionati con la migliore cucina della tradizione romana e giudaica. Tantissime le sale all’interno, ma d’estate la possibilità di mangiare all’aperto è un’occasione da non perdere. Infatti questa storica trattoria si affaccia davanti ai resti delle  antiche rovine romane. 

Pigneto 1870 Via del Pigneto 25 ( Pigneto)

In uno dei quartieri più all’avanguardia della Capitale, nasce questo ristorante che basa la sua filosofia gastronomica sulla qualità delle materie prime e sullo studio di tecniche avanzate nella preparazione dei piatti. Un ristorante gourmet che sorge nell’isola pedonale del Pigneto, qui infatti si ha la possibilità di mangiare all’esterno e provare un menu ristretto  con proposte legate alla stagione a cui si aggiunge qualche piatto del giorno. Si passa da la capasanta tostata, verza rossa, piantaggine e malva alle pappardelle agli spinaci ragù di carni bianche BIO e semi di zucca tostati, da provare anche la mousse di gorgonzola e cioccolato bianco, crumble pecorino, pere al vino e popcorn caramellati. Si può ordinare alla carta o provare il menù degustazione.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.