Ristoranti e locali a Tuscolana: tante belle scoperte! 1


Ponte Milvio, San Lorenzo, Il Pigneto, Trastevere, Testaccio, Garbatella ed ora anche Prati e perché no Tuscolana.
Sempre di più, negli ultimi anni, i punti di aggregazione di locali e ristoranti stanno aumentando con la voglia di esplorare nuovi quartieri e sperimentare.
In questo post voglio parlarvi di alcuni locali in zona Tuscolana e precisamente tra Lucio Sestio e Cinecittà, la famosa via del cinema, quella che ai tempi dei nostri genitori era frequentata dalle più grandi star dell’epoca.
Oggi non ci capiterà di incontrare attori del cinema e personaggi famosi ma sicuramente sarà piacevole andare a mangiare qualcosa e fare una passeggiata in questa zona, più periferica ma affascinante, piena di negozi, e sempre vibrante di vita a tutte le ore.
Per quelli che vorranno allontanarsi dai soliti itinerari, ho selezionato cinque locali, di tipologia completamente diversa l’una dall’altra ma che, in comune tra loro, hanno le stesse importanti caratteristiche: buon cibo, bell’ambiente e un’atmosfera davvero ospitale.
RISTORANTE “DANOI”
Iniziamo parlando del ristorante “Danoi”, un ristorante dalla cucina tradizionale ma ricercata allo stesso tempo, un esempio calzante: gli ottimi ravioli alle castagne. Questo locale si trova in una parallela di Via Tuscolana, Marco Valerio Corvo. Qui ci accoglie uno dei tre soci, Stefano, con la cordialità e la gentilezza che contraddistinguono tutto lo staff. Già il nome del ristorante “Danoi” ci dà la misura dell’aria che si respira in questo locale, un’aria intima, calda e accogliente che i soci, tra cui due fratelli, hanno voluto creare proprio come se stessero ospitando degli amici a casa propria.
Il locale è stato rilevato e pur non avendo effettuato grandi cambiamenti, i proprietari hanno cercato di dare la propria impronta rendendo più funzionali gli spazi, ad esempio schermando con un mobile a giorno i servizi che prima avevano accesso diretto alla sala o personalizzando le pareti con i quadri a sfondo rosso, dipinti dal fratello di Stefano, Roberto. Il rosso è un colore che torna in vari dettagli del locale, come il volume dietro al bancone all’ingresso, proprio ad indicare il calore e la passione che si respirano in questo ristorante.
Piccoli accorgimenti, dunque, che rendono ospitale questo ristorante e, infatti, l’amore e la cura le notiamo in tante piccole cose: la scritta “Danoi” realizzata con i tappi di sughero, che ci accoglie all’entrata, i barattoli ispirati alla pop-art di Andy Warhol con la scritta personalizzata, la tavola apparecchiata con cura ed il sorriso di tutto il personale che non manca mai.
BISTROT DEMODE’
Poco distante, proprio su via Tuscolana verso Cinecittà, dove sulla strada un percorso a forma di pellicola cinematografica ci ricorda il luogo in cui ci troviamo, c’è un nuovissimo bistrot: il Demodé. In questo locale l’aria, pur rimanendo calda e accogliente, si fa più modaiola e di tendenza. Si tratta di uno spazio dall’aspetto industrial retrò, aperto dalla mattina, per la colazione, fino al dopo cena, per un buon cocktail.
Qui si possono assaporare piatti gustosi e con tocchi di originalità: insalate, burger, cartocci carpacci ma anche primi e pesce. Per quanto mi riguarda, le mie papille gustative sono rimaste incantate dalla tartare al coltello! Curato in ogni minimo dettaglio, dal logo, alle lampade realizzate con i tubi industriali, al portabottiglie integrato nella colonna di cemento che diventa corpo illuminante quando si levano le bottiglie.
La scritta vintage “Demodé” in metallo e lampadine ci accoglie frontalmente appena entriamo, sotto campeggia un pianoforte, che non è solo un elemento decorativo, ma viene utilizzato per piccoli concertini intimi e questo ce lo fa apprezzare ancora di più. Sulla destra il bellissimo spazio del bancone con il retrobancone, rivestito di mattonelle esagonali (j’adore), è attivo dalla colazione al dopocena, mentre sulla sinistra troviamo una “saletta” a vista sul locale, ma più raccolta e intima.
Un locale dal look industriale molto modaiolo ma dalle dimensioni contenute che, dunque, ci propone un’atmosfera più accogliente dei grandi locali rumorosi e affollatissimi che abbiamo visto sorgere negli ultimi tempi.
Luce soffusa, divanetti, meravigliose cementine a pavimento, insieme a buona cucina e un bicchiere di vino, il tutto condito da una piacevole musica di sottofondo e la serata è fatta al Demodé!


LA DISPENSA
In una piccola traversa di Via Tuscolana, Via Caio Manilio, troviamo poi “La Dispensa”, uno spazio davvero piacevole ed interessante che potremmo definire “ multifunzionale”.
Il proprietario, Alessandro, ci spiega che il progetto è nato proprio dal nome dal locale “La Dispensa”, già dal nome comprendiamo l’atmosfera familiare, confortevole e casalinga che si è voluta donare al locale. Qui si possono acquistare prodotti, una parte del locale è adibito proprio a panetteria, troviamo, infatti, numerosi tipi di pane, ottimi e sempre caldi, appena sfornati, insieme a dolci, salumi e piatti cucinati, che si possono anche acquistare a portar via. Opsss, scusate, ma attratta da tutte queste bontà ho perso il filo del discorso, mentre volevo parlarvi dell’ambiente davvero grazioso, confortevole e invitante. Aperto dalla mattina per la colazione fino al tardo pomeriggio, si può pranzare sempre e, su richiesta minima di un tavolo da otto persone, il locale rimane aperto anche a cena. Con Alessandro si potrà stabilire il menù e sentirsi a casa sarà un gioco da ragazzi, io personalmente non vedo l’ora di organizzare una cenetta a “La dispensa”.
Chiunque passa di qua, anche solo per un caffè o per comprare il pane, non può fare a meno di fermarsi, accolto dallo spazio arredato con cura. Ci colpisce subito l’angolo realizzato con cassette di vino alla parete, altra passione e tradizione dei proprietari che vengano dall’esperienza familiare del ristorante “Al Presidente”, al centro.
Il legno a pavimento, l’angolo con le cassette del vino, originale, intimo e raccolto, anche senza divisioni; le ceste lampadario e il colore verde, che domina il locale, lo rendono naturale, accogliente, fresco e rilassante.
Il bellissimo bancone, che sembra un mobile vintage, è in realtà stato realizzato su misura, con grande professionalità dalla ditta Ittielle; dove finisce il bancone inizia la cucina a vista, proprio per dare la giusta importanza ai piatti che vengono realizzati giornalmente e che si possono gustare seduti nel locale o portare a casa.
L’attenta cura di ogni dettaglio la ritroviamo anche nel bagno, arredato con cura e gusto; un mobile di recupero fa da base porta lavabo e a parete e pavimento le mattonelle di Bardelli che noi amiamo!
L’ambiente dall’atmosfera naturale e i cibi, sempre freschi, sono completati dall’utilizzo di stoviglie anche esse tutte naturali e realizzate a mano da “Pots” bottega e scuola di ceramica.
“La Dispensa” è un luogo davvero piacevole, difficilmente catalogabile, dove sicuramente troverete quello che stavate cercando… anche quello che non sapevate ancora di desiderare!
LA FRASCHETTA TUSCOLANA
Nella stessa via, Caio Manilio, troviamo “La Fraschetta Tuscolana”, una vera e propria Fraschetta dentro Roma che, forse grazie alla vicinanza stretta con i castelli, ci fa respirare davvero l’aria, e soprattutto gustare i sapori genuini e veraci delle fraschette romane.
L’ambiente è rustico, semplice, piccino e raccolto, curato in modo amorevole dai proprietari gentilissimi.
Questo locale, pur essendo una Fraschetta 100% e mantenendone le caratteristiche, è certamente meno colorito e verace delle solite Fraschette alle quali siamo abituati, per i miei gusti, a volte, fin troppo caotiche e colorite! Di questo posto ho apprezzato molto l’aspetto rustico ma contemporaneo, curato e accogliente adatto auna cena tra amici, ma anche ad un’uscita romantica.
Perfetto soprattutto per chi vuole mangiare i prodotti tipici della fraschetta, compresi ottimi panini a portar via fino a tardi, senza tuffarsi nella colorita confusione dei castelli romani.
Un originale parquet bicolore a pavimento caratterizza il piccolo ambiente, un bel cesto di foglie secche campeggia sospeso dal soffitto sul bancone della carne, arredando e rallegrando con la sua macchia di colore.
Tralci di vite tra le mensole e una grafica tipica alle pareti, allegra e caratteristica, caratterizzano l’ambiente.
Qui si possono gustare la porchetta, le coppiette, affettati tipici e primi romani ma anche assaggiare la buonissima variazione cacio e pepe con fiori di zucca e lime che ho provato io, nei tavoli interni o esterni al locale.
PIZZERIA MOMA
In fine, ultimo per ordine ma non per importanza, c’è la pizzeria Moma; il primo posto dove sono andata a mangiare quando mi sono trasferita sulla Tuscolana. All’angolo tra via Calpurnio Fiamma e Via Flavio Stilicone si trova questa buonissima pizzeria, con un personale gentile e disponibile, sempre piena e in fermento.
Ottima la pizza, ottimi i fritti, ottimi i dolci e gradevole lo spazio interno ed esterno arredato con semplicità e quel tocco in più che me l’anno fatta apprezzare sin dal primo momento. Pavimento in resina nero, alleggerito da tavoli e sedie di legno bianchi con “calzino” idea da rubare anche per le vecchie sedie di casa!
Quello stile rustico contemporaneo che ora va tanto ma che anche in questo caso è interpretato in modo non scontato.

Come dicevo all’inizio del post, questi locali, così diversi tra loro, sono accomunati dall’essere dei luoghi accoglienti, grazie alla scelta dell’arredamento, dei colori, dei complementi, delle luci ma soprattutto grazie alla gentilezza e al sorriso dei proprietari e del personale, che non manca mai.
Se vi va di allontanarvi un po’ dai soliti posti e volete provare qualche buon ristorante per poi dopo cena fare una passeggiata tra la gente ma in tranquillità la Tuscolana è quello che fa per voi. Dimenticavo, per il gelato non potete non andare da Pin Pong a Via Calpurnio Fiamma, la gelateria più famosa della zona e se la bontà si calcola dalla fila…allora il gelato da Ping Pong lo fanno proprio buono!

Francesca Matera


Rispondi

Un commento su “Ristoranti e locali a Tuscolana: tante belle scoperte!

  • Ely

    Prova anche ristorante pinseria rigatoni a via Publio Valerio fanno dei supplì fuori dal normale!